Natura e Storia
di SICILIA

Area

Area

860Km2

L’Area si sviluppa tra il mare e i monti e ricomprende
il Parco regionale dei Nebrodi, che con i suoi
quasi 860 km2 di superficie è la
più grande area naturale protetta della Sicilia

Territorio

Territorio

41Comuni

Attualmente sono 41 i Comuni
che partecipano alla
Rete dei Nebrodi Città Aperta.
Paesi medievali che conservano
intatto tutto il loro magnifico splendore

Flora e Fauna

Flora e Fauna

800Specie

Il Parco ospita oltre 800
tipologie e
comunità
floristiche e faunistiche
ricche e complesse

Registrati alla nostra newsletter
per rimanere aggiornato!

in EVIDENZA

News, eventi e informazioni utili in primo piano
Auto elettriche per il progetto

Auto elettriche per il progetto

Sono in consegna 12 autovetture elettriche finalizzate all’avvio del servizio Welcome to Nebrodi. Tali vetture, permeteranno opportunamente agli operatori di promuovere costantemente i siti culturali presenti nell’area e i principali eventi del territorio.

Le escursioni nel territorio

Le escursioni nel territorio

Le caratteristiche morfologiche del luogo sono il giusto connubio per chi ama sia il mare che la montagna. Infatti, i territori compresi tra la costa e l’entroterra sono fra i più belli; lo sguardo si perde nell’osservare panorami unici che vanno dai colori del mare ai suggestivi territori ricchi di boschi, dagli ampi pascoli verdi d’alta quota ai silenziosi laghi e torrenti fluenti.
Per secoli i sentieri sterrati e le mulattiere sono stati l’unico collegamento tra i paesi dell’entroterra e da questi con quelli del mare. L’insediamento umano all’interno dell’area non è stato fermato nemmeno dall’asprezza del territorio, anzi già gli uomini del paleolitico hanno sfruttato la conformazione dei luoghi per viverci.
L’enorme patrimonio culturale che oggi ci ritroviamo è testimone di una vasta attività costruttiva che si è avuta nel corso dei secoli. Ciò è leggibile nelle stratificazioni degli edifici esistenti, nei resti di mosaici, nei ruderi di vecchi cenobi, negli abitati di origine normanna, sveva ed aragonese, nelle chiese e nei palazzi che col tempo sostituirono i vecchi castelli, diventando il fulcro per i nuovi insediamenti urbani arricchiti da pregiati marmi e stucchi di alta qualità. Il tutto sfruttando i materiali dei luoghi.
Oggi, molti dei vecchi sentieri sono stati ripristinati permettendo così di apprezzare e visitare tutto il territorio attraverso percorsi da fare a piedi, a cavallo o in bicicletta, osservando gli animali nel loro habitat naturale (con la possibilità di vedere I GRIFONI o l’area faunistica del CAPRIOLO) e vivere un’esperienza a pieno contatto con un ambiente incontaminato, immersi nella natura e nei panorami più belli della Sicilia.

Le opportunità nel territorio

Le opportunità nel territorio

Il territorio è uno scrigno che custodisce un tesoro “naturale” fatto di odori, di colori e di suoni che risveglieranno i “sensi dimenticati” che in passato hanno permesso all’uomo di vivere in un mondo selvaggio. Camminare al ritmo delle emozioni, respirare nel silenzio del bosco, ascoltare il suono delle stelle, assistere alla magia del tramonto, tutto questo ed altro offre il territorio nebroideo. Vi è la possibilità di vivere una particolare esperienza di profondo contatto e armonia con il mondo naturale, senza trascurare gli interessanti racconti di vita dei pastori, dei contadini, degli artigiani; un tuffo nel passato.
Tutto il territorio conserva un patrimonio architettonico di straordinaria qualità. In certi luoghi si legge la volontà di un popolo che da generazione ha pazientemente costruito la sua identità, in perfetta simbiosi con i valori ambientali e naturalistici che lo contraddistinguono, mantenendo vive le memorie e le tradizioni in esso contenute, come alcune feste che affondano le loro radici in culti pre-cristiani (festa du Muzzuni), o la presenza dell’alloro in alcune ritualità sacre.
Le feste patronali sono ricche di folklore accompagnate spesso da episodi davvero suggestivi o da spettacolari riti penitenziali della Settimana Santa (questue, pellegrinaggi, corse, balli, costumi, grandi macchine da festa imponenti e di ottima fattura, ecc.). I suoni di antichi strumenti, le “ciaramedde” (zampogne), riecheggiano per le vie dei centri storici e allietano le fredde serate natalizie.
Di grande qualità sono le produzioni artigianali: dai ricami alla lavorazione della pietra o del ferro, dall’argilla trasformata in elegante ceramica alle “pezzare” lavorate ancora a mano con l’ausilio del telaio. Tutti segni di un popolo che sfrutta ogni risorsa che la natura gli offre senza dimenticare l’uso di tecniche antiche. Tutto questo e altro ancora si trova nel territorio nebroideo.

la MAPPA

Monumenti, musei, attività ricettive e tanto altro

Risultati della Ricerca

Inserisci i parametri e clicca sul pulsante Cerca per filtrare i risultati.

gli EVENTI

Momenti, festival e i maggiori eventi

Risultati della Ricerca

Inserisci i parametri e clicca sul pulsante Cerca per filtrare i risultati.

Galleria FOTOGRAFICA

Tutta la bellezza del Parco Naturale dei Nebrodi in foto mozzafiato

CONTATTACI

Contatta il nostro ufficio turistico per informazioni o richieste





Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003.
Arrow Up